Il punto coste 1/1 e il punto coste 2/2

Il punto coste 1/1 e il punto coste 2/2 sono velocissimi da realizzare e danno al lavoro una bella resa finale. Sia il punto coste 1/1 che il punto coste 2/2 risultano molto elastici e possono essere impiegati in tante creazioni come cappelli, sciarpe e calze. Di frequente, inoltre, vengono usati per creare i bordi laterali di un lavoro, come accade nel caso dei colli e dei polsini dei maglioni. 


Come realizzare il punto coste 1/1 

Per realizzare il punto coste 1/1, dopo aver avviato il lavoro, si procede lavorando una maglia a diritto e la seguente a rovescio per tutto il primo ferro. Quindi si inizia lavorando la prima maglia a diritto, si procede spostando sul davanti del lavoro il filo del gomitolo per lavorare il punto seguente a rovescio, si riporta il filo del gomitolo sul retro del lavoro per lavorare il diritto e così via. 


Il punto coste 1/1
Fonte: Flickr - Jody Richards

Nel ferro di ritorno si lavorano le maglie come si presentano: questo vuol dire che, se c'è una "v" andrà lavorato un diritto, mentre se nel lavoro è presente un'"ondina" andrà lavorato un rovescio. Il risultato finale dovrà essere un incolonnamento di punti a diritto e di punti a rovescio. Quando il lavoro sarà terminato dovranno essere visibili appunto le coste formate da un punto a diritto e uno a rovescio. 

Il punto va lavorato su un numero di maglie pari secondo lo schema seguente: 

  • 1° ferro (e tutti i ferri dispari): *1 diritto, 1 rovescio*
  • 2° ferro (e tutti i ferri pari): come si presentano le maglie

Il punto coste 2/2

Il punto coste 2/2 è molto simile al punto coste 1/1, con l'unica differenza che, anziché lavorare una maglia a diritto e una a rovescio se ne lavorano due a diritto e due a rovescio. Si inizia quindi il primo ferro lavorando due diritti e due rovesci e si prosegue fino ad esaurire le maglie. 


Il punto coste 2/2
Fonte: Flickr - looseends


Anche in questo caso nei ferri successivi le maglie andranno lavorate come si presentano: se nel ferro precedente si è lavorato un rovescio, nel ferro di ritorno risulterà una "v", perciò il punto andrà lavorato a diritto. Viceversa, se nel ferro precedente si è lavorato un diritto, nel ferro successivo si vedrà un"ondina", che dovrà essere lavorata a rovescio per fare in modo che si ottenga un perfetto incolonnamento dei punti. 

Il punto coste 2/2 va lavorato su un numero di maglie pari in questo modo: 

  • 1° ferro (e tutti i ferri dispari): *2 diritti, 2 rovesci*
  • 2° ferro (e tutti i ferri pari): come si presentano le maglie.